Ottobre 2020 Giuseppe Venturiello

Agente immobiliare: quanto sei perseverante?

Domande sulle quali dovresti riflettere

  • Sei un professionista che cede alla prima difficoltà o sei tenace?
  • Quanto è forte il tuo desiderio di andare avanti nonostante qualche difficoltà temporanea? 
  • Hai un obiettivo? Se si, quanto sei focalizzato sul tuo obiettivo? 
  • Ti è mai capitato di fermarti “a pochi passi” dal raggiungimento di un obiettivo prefissato? 

Sin dai primi anni della mia carriera nell’immobiliare, mi sono concentrato sullo studio delle caratteristiche che contraddistinguono gli agenti immobiliari di successo dagli altri. 

C’è una storia interessante che voglio condividere con te. È la storia di Darby citata nel capolavoro di Napoleon Hill “Pensa e arricchisci te stesso”. 

A pochi passi dall’oro

“Darby e lo zio erano convinti di poter mettere insieme una fortuna con la scoperta di una miniera d’oro. Certi di essere vicini alla meta per aver trovato qualche venatura d’oro nei primi scavi si videro sfuggire di mano la fine dell’arcobaleno in quanto improvvisamente la pentola piena d’oro non c’era più.

Continuarono a scavare per giorni senza alcun risultato e di lì a poco l’insoddisfazione e lo scoraggiamento ebbero la meglio su di loro e decisero di abbandonare l’impresa. Scoraggiati e sconfitti vendettero sia la miniera che le macchine a un imprenditore locale (per meglio dire un rigattiere) e partirono con il primo treno per far ritorno a casa.

Il rigattiere rilevata la miniera assunse un ingegnere al quale diede un incarico di ispezionare il terreno e scoprì insieme a lui una nuova faglia d’oro. Iniziò a scavare in modo perpendicolare a dove scavavano Darby e suo zio (a pochi metri dal punto dove loro si erano fermati) e trovò una grande miniera d’oro da cui ricavò milioni di dollari”.

Quali sono, secondo te, le motivazioni che portarono il rigattiere al successo? Anche io, più volte, mi sono posto questa domanda.

Credo che la determinazione a realizzare l’obiettivo della sua vita, superando ogni tipo di difficoltà, abbia fatto la differenza.

Quante volte come agente sei stato sul punto di conoscere il nome e il numero di telefono di un proprietario per sviluppare una notizia e poi ti sei fermato?

Quante volte hai mollato la presa su un incarico scaduto?

Quante volte non hai richiamato il cliente già acquisito?

Quante volte durante una chiusura non hai insistito una volta in più per chiedere la firma del contratto?

Ecco 3 consigli utili da ricordare: 

  1. Prima che arrivi il tuo successo incontrerai inevitabilmente sconfitte temporanee. Non disperare, è normale, fa parte del processo.
  2. Devi essere impegnato al massimo per raggiungere i tuoi obiettivi Sei interessato o sei impegnato per raggiungere i tuoi obiettivi? 
  3. Se vuoi avere successo devi essere perseverante e non mollare mai. 

Qual è la tua esperienza? Se ti va, condividila in un commento!

COMMENTI

  1. Come sempre grandissimo Giuseppe!!!

    A me è successa la scorsa settimana una cosa simile, se fossi rimasto un’agente immobiliare mediocre, probabilmente non avrei fissato l’appuntamento. L’episodio è stato il seguente: chiamo un cliente, non riesco a fissare un appuntamento, in quanto non ero riuscito a gestire bene delle obiezioni. Torno a casa, mangio, mi rilasso e mi dico “io voglio l’incarico di quella casa, devo riuscirci ad ogni costo!!!”. Richiamo il cliente, mi faccio sentire bello deciso senza farmi intimorire. Mercoledì mattina vengono a firmare l’incarico in esclusiva al prezzo che gli ho detto io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *